Home » I Personaggi

I Personaggi

IENS DARKO

IENS DARKO - I Soli di Lares

IENS DARKO:

“Niente di lui era ordinario. Aveva un giubbotto di pelle aderente e teneva un casco nella mano lungo il fianco. I lineamenti netti erano freddi, ma il colore della pelle ambrato esprimeva una sensazione di calore e luce. Aveva i capelli ricci, brizzolati, abbastanza lunghi sulle spalle. Il colore degli occhi era quasi irreale, un misto tra il nero e l’azzurro per creare un blu che difficilmente poteva trovare un riscontro in natura.Guardandolo appariva inappropriato definirlo con i normali canoni di valutazione, poiché non vi era nulla in lui di normale, ma l’insieme era semplicemente perfetto.” (Tratto dal ‘Soldato di Ghiaccio’, pag 20)

Iens Darko è figlio di Ethan Darko e del Tenente Majorel Bellatrix. Come i genitori prima di lui, presenta caratteristiche fisiche e capacità intellettuali che si discostano da quelle normali, suscitando reazioni svariate nelle persone con cui viene a contatto. La sua bellezza e superiorità sono quasi inadeguate, inquietanti, creano disagio e portano al distacco. La difficoltà di interagire con gli altri e gli eventi drammatici della sua vita, lo obbligano ad isolarsi, a chiudersi in se stesso, creando una corazza di ghiaccio dietro cui nascondersi. La sua diversità viene presto giustificata con il fatto che lui non appartenga a Lares, ma piuttosto faccia parte di una stirpe di esseri dalle doti eccezionali provenienti da un altro universo. Questa consapevolezza, lo allontana maggiormente da coloro che cercano di avvicinarlo. Per gli insegnamenti del padre e per il suo carattere duro, impara a soffocare ogni tipo di sentimento e a controllare ogni emozione. Non ritiene importante nulla che esuli dall’esecuzione dei suoi doveri e si concede solo sporadici piaceri, come il cioccolato, la sua moto Cassandra e il khiol. Fino a quando non incontrerà l’amore. Allora tutto il suo essere verrà messo in discussione, in lui si creeranno fratture che andranno ad intaccare la sua corazza e stravolgeranno la sua vita. Inizierà a desiderare qualcosa di diverso, oltre l’asettica vita militare, convinto che a lui sia stata destinata una donna straordinaria in grado di sciogliere il suo cuore di ghiaccio. Da quel momento, la ricerca di questa donna diverrà per Iens la ragione principale e lo scopo predominante della sua intera esistenza.

DUNCAN MALHEN

DUNCAN MALHEN - I Soli di Lares

DUNCAN MALHEN:

«E cosa sai di me?»

Iens scosse la testa: «So che ami fumare l’hetyo, e ne abusi… Che adori il khiol, ma non ne abusi… Che ti piace leggere… di tutto… e lo fai solo nei tuoi alloggi, di notte… Sai tutto dell’universo che ci circonda, conosci ogni nome, posizione e caratteristiche di tutti i corpi celesti esistenti… Adori tutto ciò che è meccanico e complicato… Ti piace il mare… E soprattutto… La tua grande e vera passione: Orion! Sei un giocatore così abile che ad oggi non hai ancora trovato un avversario degno di confrontarsi con te.»

Duncan lo fissava ammutolito.

(Tratto dal ‘Soldato di Ghiaccio’, pag 258)

Duncan è il figlio di Grean Malhen ed è il migliore amico di Iens Darko, suo fedele compagno e confidente. Aveva una sorella, Dea, che muore in tenera età. Conosce Iens quando viene trasferito presso la Base di Ricerca Operativa D.R.O, dove lui riveste il ruolo di Sergente. Tra di loro si istaurerà un’amicizia forte che li renderà inseparabili. Duncan è un uomo dall’animo nobile, un sognatore ed idealista, per certi versi completamente opposto a Iens, incline ai sentimenti che fatica a nascondere e a gestire.


GIADA HIX

GIADA HIX - I Soli di Lares

GIADA HIX:

"Iens si trovò a pensare che gli occhi azzurri di lei gli ricordavano quelli di Neda. Ma non avevano quella perenne tristezza che l’aveva colpito così tanto. Per la prima volta la guardò con più attenzione, guardò i suoi capelli biondi lisci tagliati sul collo con due ciocche sui lati, lunghe sulle spalle, che tingeva di nero. Guardò il viso affilato e deciso, la pelle abbronzata con le lentiggini sul naso e sugli zigomi."

(Tratto dal ‘Soldato di Ghiaccio’, pag 59)

Giada è figlia del Maggiore Deril Hix. È al comando della Seconda Postazione della Base D.R.O, con il grado di Sergente Maggiore. Sua madre, confinata da tempo in un istituto per la salute mentale, muore lasciando un alone di mistero intorno alla sua persona, donna bellissima ma con un animo non puro, in grado di soggiogare gli altri. E Giada presenta tutte le contraddizioni della madre. Nonostante cerchi di ribellarsi, è una donna fragile, combattuta, divisa tra la sua natura buona e quella più oscura, che cercherà di avere il sopravvento cambiando per sempre la sua vita.

SHAMEE YORUBA E HION HIBASHI

SHAMEE YORUBA E HION HIBASHI - I Soli di Lares

SHAMEE YORUBA E HION HIBASHI:

“Si voltarono verso la nuova voce che si era intromessa. Una donna li osservava sorridendo. Li raggiunse muovendosi in modo sinuoso, facendo ondeggiare il lunghi capelli raccolti in minuscole trecce. Duncan la guardò trattenendo il respiro. La pelle scura era liscia e vellutata e i suoi occhi neri erano come le pietre della sua terra d’origine.”

(Tratto dal ‘Soldato di Ghiaccio’, pag 321)

Il Tenente Shamee Yoruba è in forza presso la Terza Postazione della Base satellite di Decros, D-1. Qui incontra Iens Darko, in seguito al suo trasferimento per la tragica morte della sua compagna e grazie a lui, conosce Duncan Malhen, diventando sua prescelta. Shamee è un ufficiale efficiente e preparato, una donna forte, determinata, che sa quello che vuole e trova sempre il modo di ottenerlo. E’ consapevole del suo carisma e della sua bellezza e sa come trarne vantaggio. Ma ha un animo gentile e un cuore nobile, rispettosa dei precetti del codice militare e assolutamente fedele al suo Imperatore. Deriva dalle tribù delle Steppe, che sa addolcire la vita di Iens con la magia del suo popolo e la forza della sua amicizia.

 

“Loro entrarono mentre un ragazzo che non poteva avere più di venticinque cicli scendeva la scala interna e li raggiungeva nell’atrio. Aveva gli occhi a mandorla e una massa di capelli neri e spessi. Il tatuaggio di un predatore alato gli copriva tutta la lunghezza del braccio sinistro fino ad una parte del collo. Dalla struttura fisica e dal modo diporsi, Iens capì subito che anche lui era un soldato."

 (Tratto dal ‘Soldato di Ghiaccio’, pag 102)

Hion Hibashi è Capitano in comando alla Terza Postazione di D-1, figlio di Cien Hibashi, uno degli scienziati più importanti dell'impero, creatore della moto Cassandra. Hion ed Iens si trovano a competere per il possesso di Cassandra e da subito tra loro nasce un legame tale che Iens, dopo la morte di Neda, sceglie di essere trasferito proprio presso la Base comandata dall’amico. Hion è originario delle Pianure di Evepperio, discendente delle tribù dei Magdali. E' un uomo pieno di risorse, un valido soldato, dal carattere solare e affabile e rappresenta un importante punto di riferimento per Iens, soprattutto nelle situazioni più difficili.

LUNA (ANUKA)

LUNA (ANUKA) - I Soli di Lares

LUNA (ANUKA):

"Lo guardava con i suoi occhi così azzurri da sembrare bianchi. Era completamente nuda. I lunghi capelli castani, con alcune ciocche colorate di rosso, le ricoprivano la schiena scivolandole sulle spalle. Portava solo i sandali intrecciati color oro. Gli sorrise in quel suo modo particolare, in grado di destabilizzare le sue difese."

(Tratto dal ‘Soldato di Ghiaccio’, pag 53)

Luna è un donna con capacità superiori, legate alla lettura del pensiero e alla visione del futuro. Il suo vero nome è Anuka, ma Lares la conosce sotto le spoglie di una prostituta, ignorando la sua vera anima aliena. Luna è un punto di riferimento fondamentale per Iens Darko, che ha incontrato quando era solo un ragazzo di dodici cicli, e per Iens rappresenta una guida insostituibile, in grado di condizionare la sua vita e di aprire i suoi orizzonti.

MARCUS LYO

MARCUS LYO - I Soli di Lares

Si era sempre considerato un uomo semplice. La sua filosofia di vita si basava su tre assunti elementari: credere negli Dei, servire lealmente l’Impero, divertirsi senza superare i limiti della decenza e della stima di se stesso. E lui aveva vissuto rispettando queste regole, cercando di assaporare il più possibile ogni attimo, senza lasciarsi mai coinvolgere troppo dagli eventi. Ma da quando aveva conosciuto Iens Darko, tutto era cambiato.

(Tratto dal ‘Soldato di Ghiaccio’, pag 339)

Marcus Lyo conosce Iens Darko al suo arrivo alla Seconda Postazione della Base D.R.O, e tra loro nascerà un'amicizia che li accompagnerà per quasi tutta la loro carriera militare. Lyo è un uomo genuino, diretto ed essenziale. Un uomo concreto. Ma da quando Iens inizia a far parte della sua vita, tutte le sue credenze vengono stravolte. Quell'uomo eccezionale e diverso, rivoluziona completamente i suoi parametri di riferimento, tanto da indurlo a credere che Iens sia una creatura aliena, destinata a cambiare le sorti di Lares.

KORDAR

KORDAR - I Soli di Lares

I capelli dell’uomo che aveva di fronte erano ricci come quelli di Iens, ma completamente neri. E i suoi occhi gli gelavano il sangue nelle vene. Erano anch’essi neri, ma non vi era distinzione tra pupilla e iride, creando in questo modo un effetto inquietante. Inoltre la parte bianca interna era scura, come un velo grigio intorno alla pupilla anomala, con piccole venette rosse. Infine non aveva il colore ambrato di Iens, ma piuttosto un colorito biancastro e opaco. Ma per il resto era identico a lui. E la cosa più incredibile era che quell’uomo era assolutamente fuori da ogni canone conosciuto, ogni particolare era assurdo, ma nell’insieme perfetto. Come Iens, era meraviglioso e divino. E l’effetto che faceva era di assoluta attrazione e contemplazione. Portava una divisa militare con segnato sul petto il simbolo degli Alamon, due quadrati, uno più grande e l’altro più piccolo, in opposizione al simbolo imperiale dei Soli. (Tratto dal ‘Soldato di Ghiaccio’, pag 403)

Kordar è il nemico più acerrimo dell'Impero, una creatura oscura dai poteri terribili. E' il fratello di Iens Darko, generato da Majorel Bellatrix, in seguito agli esperimenti genetici compiuti presso strutture sotterranee in prossimità del Lago Melyn, con l'utilizzo dell'essenza emanata dai Sylicon. Egli si erge al comando degli Alamon, diventanto il loro Re, la loro giuda nella lotta contro Prion II. Il suo obiettivo è trovare ed impossessarsi della Fonte, colei che viene protetta dall'Impero e che è riconosciuta essere l'unica salvezza per l'equilibrio e la pace dell'intero Pianeta.

 

 

KOIN HALAR

KOIN HALAR - I Soli di Lares

Si voltò e incontrò gli occhi neri di Koin Halar. La sua forma statuaria proiettava un cono d’ombra su quasi tutto il selciato che attraversava il centro della Città delle Anime. La pelle scura brillava alla luce dei Soli morenti … guardava il suo sovrano dritto in faccia, poiché Prion non esercitava su di lui il veto di non guardarlo negli occhi, dimostrando il profondo legame che univa i due uomini. (Tratto dal ‘Soldato di Ghiaccio’, pag 10)

Koin Halar, il gigante nero, è il Colonnello dell'Impero, il braccio destro di Prion II, comandante supremo di tutta la forza armata presente sul Pianeta. E' un uomo duro, un soldato determinato, che non si piega alla sofferenza del corpo, neppure in seguito alla perdita di un occhio. Ha un figlio, il giovane Hamantius, impegnato nella politica. Deriva dalla gente delle Steppe, ne segue le tradizioni e crede nelle leggende tramandate dal suo popolo, fedele e devoto servo dell'Imperatore e di tutte le istituzioni governative.

DADEA

DADEA - I Soli di Lares

Dadea lo guardava con occhi grandi come tutto il viso. Aveva una parrucca di vari colori, un trucco così pesante da rasentare la volgarità e un vestito che lasciava intravedere perfettamente che non era proprio una donna. (Tratto dal ‘Soldato di Ghiaccio’, pag 98)

Dadea è un Mono e rappresenta l'anello di contatto tra Iens Darko e Luna. Viene chiamato 'Spirito Nero' da Luna e prima di diventare un Mono, era il soldato Hamil Dedelus, in forza presso il Polo di Kera e compagno di Iens durante lo svolgimento del Corso Base. E' un uomo della Terra delle Steppe, passionale, fedele e un amico insostituibile per Iens, in grado di fornirgli una visione più sentimentale della vita.

PRESTO CI SARANNO ANCHE TUTTI GLI ALTRI!